ISTRUZIONI PER VINCERE CON LA MENTAL COACH DEL VOLLEYRO’

Dopo gli straordinari successi delle scorse stagione, coronati dal triplete del 2018 (scudetto under 14, 16 e 18), è arrivato il momento di prepararsi per le nuove finali nazionali e, quindi, di attivare l’atteggiamento mentale più appropriato per vincere una manifestazione così impegnativa.

Per quest’anno ci saranno alcune novità: oltre alle atlete e ai tecnici, anche i genitori potranno beneficiare dell’allenamento mentale con una eccellenza del settore, la nostra Mental Coach Alessandra Mattioni.*

Infatti, il rischio più grande del vincere nello sport è la tendenza a festeggiare senza fare particolare attenzione ad analisi e verifiche. Le società vincenti, invece, non smettono mai di perfezionarsi, inserendo elementi di novità: sottili, essenziali “sfumature” nel lavoro da svolgere.

Numerosi studi scientifici affermano che la performance è data dal potenziale dell’atleta (talento, preparazione fisica e preparazione tecnica) meno le interferenze (scarsa motivazione, convinzioni limitanti, sentimenti di inadeguatezza, paure, rabbia, rapporti conflittuali con i compagni e con le figure di riferimento, preoccupazioni, dubbi, ecc.). Infatti un’interiorità travagliata dell’atleta, un suo rapporto conflittuale sul campo o in famiglia, oppure una preoccupazione vissuta con sofferenza possono inficiare la prestazione e, talvolta, far sfumare talenti e vanificare importanti sacrifici.

In tale ambito, anche l’atteggiamento mentale, il punto di attenzione e la comunicazione dei genitori influenza le performance e la serenità delle giovani atlete, soprattutto nei primi anni di attività agonistica quando le ragazze che vi si avvicinano imparano che per progredire occorre impegno, costanza, cooperazione con i compagni, motivazione e voglia di riuscire.

Le giovani promesse vanno guidate e sostenute, sia nell’acquisizione delle competenze tecniche che nello sviluppo di un atteggiamento positivo verso lo sport e verso la vita; “Missione” resa ancor più problematica quando si opera con giovani in età adolescenziale, caratterizzata da grandi mutamenti e incertezze. Nell’adolescente gli orizzonti si allargano e ciò a cui prima credevano ciecamente diviene “incerto”, con il conseguente insorgere di numerosi interrogativi verso cui avvertono la necessità di avere rapide risposte. La stessa percezione che l’adolescente ha del “mondo dei grandi” varia accorgendosi che le figure di riferimento (genitori, insegnanti, allenatori, educatori, ecc.) sono imperfette, con l’insorgere del bisogno di metterle in discussione. Tutto ciò si associa ad uno straordinario sviluppo fisico e alla scoperta del sesso.

Con una interiorità così travagliata è difficile mantenere alta la motivazione, far conciliare l’impegno sportivo, soprattutto a così alta intensità, con lo studio e metabolizzare critiche e sconfitte.

Ecco perché occorre coinvolgere anche i genitori, affinché tutti insieme si possa comprendere meglio come accompagnare verso una crescita armoniosa le ragazze, acquisendo competenze di comunicazione e di allenamento mentale.

In tal modo alle giovani atlete verrà offerto un sostegno completo, mettendole nelle migliori condizioni per sviluppare una mentalità vincente e armonizzare l’impegno sportivo con le esigenze della vita privata.

Quest’anno al Volleyrò verrà attivata una vera e propria palestra per “genitori a bordo campo”  dove, oltre ai concetti teorici che aiutano ad essere dei “Genitori supporters efficaci”, i partecipanti potranno allenarsi a creare nuove e più efficaci abitudini mentali, nonché acquisire le base della comunicazione efficace per “Capire e farsi capire dalle ragazze”.

Il tutto con l’ambizioso obiettivo di creare un ambiente di apprendimento sempre più armonioso, nel quale le atlete possano esprimersi al meglio, con genitori che abbiano ottimizzato la loro capacità di essere di sostegno e guida per le proprie figlie/atlete.

 

*Alessandra Mattioni,  Sport Mental Coach e Counselor, è docente del Corso di Specializzazione Internazionale in Sport Coaching e nel Master di Intelligenza  Emotiva e Sociale di Unicomunicazione

www.sportmentalcoach.it

Post recenti